image/svg+xml

MACHO

MACHO

Il Museo d’Arte Contemporanea Horcynus Orca (MACHO), curato da Martina Corgnati, nasce da un progetto di ricerca sulle arti visive dei contesti culturali e geo-politici mediterranei intrapreso dal momento stesso della nascita della Fondazione Horcynus Orca, le cui attività espositive sono sempre state concepite non solo come evento effimero ma come strumento di arricchimento permanente del territorio e di sviluppo di una collezione, aperta a comprendere tutti i generi artistici e i linguaggi della creatività contemporanea. La formazione di questa collezione, aperta e in continuo arricchimento, è stata resa possibile grazie alla generosità dei numerosi donatori, artisti, collezionisti, critici e teorici, che hanno creduto nel progetto della Fondazione.

Oggi, il MACHO propone una collezione di un centinaio di opere, esposte nel percorso di visita permanente, e un archivio video di circa 500 titoli, opera di 200 artisti e più.

 

Sala 1

Sala 1

I percorsi dell’astrazione italiana sono al centro di questo ambiente, dedicato alle opere dei protagonisti dell’astrazione di segno, che ha […]

. . . Continua

Sala 2

Sala 2

Raccoglie personalità emerse nel mondo arabo dal 2000 in poi. Gli egiziani Nermine Hammam, con Metanoia (2009), progetto fotografico realizzato […]

. . . Continua

Sala 3

Sala 3

Signes de Rencontre è un progetto, ideato e curato da Martina Corgnati, realizzato a Tunisi nel febbraio 2012, dove Agostino […]

. . . Continua

Sala 4

Sala 4

L’installazione Homenaje a las aguas del Leteo era stata realizzata appositamente da De Soto, recentemente scomparso, per la mostra “Incontri […]

. . . Continua

Sala 5

Sala 5

Fra i più noti artisti israeliani contemporanei, Tsibi Geva è figlio di un architetto sopravvissuto alla Shoa e rappresentante autorevole […]

. . . Continua

Sala 6

Sala 6

La Fondazione Horcynus Orca ha un rapporto privilegiato con Emilio Isgrò, uno dei più celebri artisti italiani contemporanei, originario di […]

. . . Continua

Sala 7

Sala 7

La seconda installazione di Emilio Isgrò è “I pianoforti”, realizzata in occasione del centenario del terremoto di Messina del 1908, […]

. . . Continua

Sala 8

Sala 8

L’esperienza del viaggio è profondamente legata allo spirito che ha animato le ricerche e gli interessi della Fondazione, a partire […]

. . . Continua