image/svg+xml

Music for freedom

Music for freedom

L’idea di Music for Freedom nasce durante l’edizione 2010 dell’Horcynus Festival che premia l’associazione Iran Human Rights ed i movimenti musicali giovanili iraniani, divenuti simbolo della resistenza democratica e delle proteste contro un regime che pretende di controllare interamente la sfera pubblica. In quell’occasione nasce un cd con i lavori di 7 band siciliane e 7 band iraniane, la cui musica diventa via aggregante e lotta per la libertà che comunica al di là dei confini, travalica la sfera del privato e si erge a valore politico. Music for Freedom è: Sussan Deyhim, Nemas Project, 127, DoctorCom, Bijan Moosavi, Les Spritz, Mamak Khadem, Donna Olivia feat. Reza Safeyary, Maral, Livello 0, Take it easy Hospital, SansPapier, Radio Tehran, Toti Poeta.

I proventi del cd saranno interamente devoluti a sostenere la fase di start up di CoopMed, un programma di finanza etica nel Mediterraneo, che mira a fare incontrare le piazze dell’indignazione con una economia altra che si alimenta e genera coesione sociale e libertà.
La produzione è di Fondazione di Comunità di Messina, Fondazione Horcynus Orca e Bar-Ax London, un’organizzazione culturale indipendente nata per favorire la libera circolazione della musica in Iran e della musica iraniana a livello internazionale.
Il coordinamento degli artisti italiani è di Giacomo Farina, quello degli artisti persiani di Farrokh Hessamian per Bar-Ax London.